Cronache degli eventi gramsciani

4 maggio 2009

UN UOMO A TURI: ANTONIO GRAMSCI
Il dramma teatrale di Piero Zucaro

Di Sandra Dugo

Lunedì 4 maggio 2009 si è discusso sul dramma teatrale di Piero Zucaro, presso la Biblioteca “Enzo Tortora” di Roma. Tra gli intervenuti Giorgio Baratta, Presidente della International Gramsci Society-Italia, la scrittrice giornalista Adele Cambria, e l’attrice Monica Demuru, coordinati da Maria Luisa Righi della Fondazione Istituto Gramsci, insieme all’autore del testo teatrale, Piero Zucaro. Gli intervenuti hanno commentato il volume sotto diversi profili: culturale, specificatamente drammaturgico, sociologico e politico.
Il dramma teatrale L’Uomo di Turi nasce dalla lettura delle Lettere dal carcere di Antonio Gramsci; la lettura, produttrice di suggestioni, ha ispirato l’autore per sviluppare il testo teatrale in un Prologo, tre atti e un epilogo, benché si tratti di parti strutturate in modo tale da sembrare un unico testo uniforme e coerente, pur nelle sue articolazioni narrative e drammaturgiche.
Maria Luisa Righi, che ha coordinato la discussione, ha svolto un excursus essenziale ma ben articolato sul vasto universo artistico gramsciano, che va dal romanzo alla

29 aprile 2009, ore 16,00

Mercoledì 29 aprile a Torino, alle ore 16, presso il Dipartimento di Studi Politici (Via Giolitti, 33) l'associazione culturale "Historia Magistra" organizza la

VI GIORNATA GRAMSCI
Dedicata a "Nuove ricerche e nuovi studi gramsciani".

Parteciperanno Aldo Accardo e Angelo d'Orsi
Presiederà Gian Mario Bravo

Saranno presentati:

  • BGR. Bibliografia Gramsciana Ragionata. I. 1922- 1965, a cura di Angelo d’Orsi, Viella, Roma 2008;
  • Egemonie, a cura di Angelo d’Orsi (con la collaborazione di Francesca Chiarotto), Dante & Descartes, Napoli 2009;
  • Antonio Gramsci, Quaderni del carcere. Edizione anastatica degli originali, a cura di Aldo Accardo, in collaborazione con «L’Unione Sarda» (in corso di pubblicazione);
  • «Historia Magistra. Rivista di storia critica», n. 1, 2009.

Al termine sarà proiettato il documentario La fine di un grande palazzo (20 min.), di Eva Peressini e Romina Magno, alla presenza delle autrici.

27 febbraio 2009

RICORDO DI ANTONIO A. SANTUCCI A 5 ANNI DALLA SCOMPARSA
Di Lelio La Porta

Gli Editori Riuniti pubblicarono nel 2001 il libro di Antonio A. Santucci intitolato Senza comunismo. Labriola, Gramsci, Marx. L’autore volle farmi omaggio di una copia del suo lavoro con la dedica seguente: «Con poco comunismo ieri, senza comunismo oggi, ma domani o al massimo dopodomani … boh!». Ho voluto riportare questo episodio per offrire la cifra più autentica di chi era uno dei massimi studiosi di Gramsci: Antonio, nel suo razionalismo profondo, era ironico e sorridente, illuminista e comunista.
Venendo a mancare il 27 febbraio 2004, Santucci ha lasciato nella comunità gramsciana un grande vuoto. È nota la sua produzione soprattutto come curatore delle opere

Cagliari, 12-13 febbraio 2009

Dipartimento studi storico-politico internazionali dell'Università di Cagliari
Aula Magna della facoltà di Scienze politiche (via di Sant'Ignazio 78)

GRAMSCI IN ASIA E IN AFRICA

Scarica il pdf completo dell'evento 

PROGRAMMA
Saluti del Rettore dell’Università di Cagliari
Presidente della Regione Sardegna
Assessore regionale agli Affari Generali


Introduzione ai lavori