Altri seminari gramsciani

image.jpgdownload.jpg
Martedì 17 marzo 2015
La questione delle donne in Gramsci tra vita e politica
 
 Il prossimo seminario del Laboratorio gramsciano dell’Università della Calabria, a Rende (Cs), si terrà martedì 17 marzo, alle ore 17.30, presso il Centro demo-etno-antropologico (c. 17/b, ponte coperto). La relazione sarà svolta da Lea Durante, dell’Università di Bari, e avrà come titolo: La questione delle donne in Gramsci tra vita e politica. L’incontro è aperto a tutte e tutti: vi prego di inoltrare questo avviso a chi possa essere interessato.

sottolamole.jpg
4-7 novembre 2014
Seminario sul Gramsci "torinese"
 
MARTEDì 4 NOVEMBRE, alle ore 17.30, all’Università della Calabria, presso il Centro demo-etno-antropologico (cubo 17/b, ponte coperto), riprendono i lavori del Laboratorio gramsciano dell'Università della Calabria. Angelo D’Orsi introdurrà il seminario dal titolo:
 
Sotto la Mole. Seminario sul Gramsci "torinese".

2014_10_23-300x75.jpg
Giovedì 23 ottobre 2014
 
Giovedì e venerdì mattina seminario promosso da Fondazione Istituto Gramsci e dalla Igs Italia con studiosi. Tutti gli incontri si svolgeranno nell’Aula Verra di Roma Tre.
Di seguito e in allegato potete leggere il programma.
 
 
Fondazione Istituto Gramsci
International Gramsci Society Italia
Gramsci dall’America latina all’Italia
23-24 ottobre 2014, Aula Verra, Università Roma Tre, Facoltà di Lettere (via Ostiense 236, di fronte alla fermata Marconi della metro B)

Proposta di Seminario di FABIO FROSINI E GUIDO LIGUORI

Avanziamo con questo scritto la proposta di un nuovo Seminario della Igs Italia sui Quaderni del carcere. Un seminario che parta dalla seguente domanda: cosa vuole dire leggere oggi i Quaderni di Gramsci? Oggi: in questa fase degli studi gramsciani, in uno spazio che ormai si può chiamare internazionale e, nel nostro specifico Igs, dopo il lungo ciclo del Seminario sul lessico e il lavoro ingente che ha condotto al Dizionario gramsciano.

Dipinto-Antonio-Gramsci-foto-di-Associazione-Casa-Natale-Antonio-Gramsci.jpg
 
26 giugno 2009
PER UN SEMINARIO SULLA ATTUALITÀ DI E PER GRAMSCI
Proposta per un seminario della IGS-Italia

Fabio Frosini 

Avvertenza
Quelle che seguono non sono più di indicazioni, tracce, suggerimenti per una discussione. La scheletrica formulazione preliminare in “tesi” è funzionale a rendere la discussione stessa più agevole, non a scolpire delle certezze, nonostante il tono a volte enfatico e perentorio.

1. Tra le maree
Questa proposta di seminario è un appello alla responsabilità, che noi dobbiamo sentire in quanto studiosi di Gramsci. C’è stata una lettura di Gramsci in grande parte interna alla tradizione dello storicismo italiano, un “crocio-gramscismo” (F. Rossi-Landi) che ha spinto a interpretare tutta una serie di concetti – da praxis a uomo, da cultura a storia – in termini tutto sommato concilianti e rassicuranti, rispetto alla concezione nazionale della “cultura” come tradizione unitaria; e si annuncia ora (e non è difficile prevedere che presto dilagherà ovunque) una lettura di Gramsci che ci torna indietro filtrata attraverso gli studi culturali e post-coloniali, che sarà molto probabilmente interna a un’impostazione decostruzionistica e post-moderna, anch’essa tutto sommato – nel suo apparente radicalismo – conciliante e rassicurante con “lo stato di cose presente”. Nell’intervallo tra le due maree ci è data l’occasione di inserirci virtuosamente.
 
2. Il vecchio e il nuovo
Tra le due maree, sono accadute molte cose, e all’analisi di queste “cose” dovremmo anche essere chiamati. Ma ciò che realisticamente possiamo fare, è anzitutto appropriarci di un’indicazione che si trova nei Quaderni, in grande e inequivocabile evidenza: la “crisi” non potrà avere una soluzione progressiva, se “il nuovo” non saprà darsi indipendenza e autonomia di pensiero, di giudizio, d’azione.